Seleziona una pagina
Lupo, cane, uomo: quando tutto è iniziato?
mercoledì, Lug 14
Scritto da
Daniele Bucci
Fondatore di Ciaoamico, malgrado la sua giovane età, da anni si occupa di rendere meno complicati i momenti - non certo semplici - in cui i nostri amici animali ci lasciano.
https://www.ciaoamico.it

È una delle domande che mi sono sempre fatto: è possibile sapere quando è stato addomesticato il primo cane? Non sono pochi i ricercatori che hanno provato a capirci qualcosa. In genere, il risultato è che questo particolare rapporto di collaborazione tra uomo e animale è così spostato in là nel tempo da diventare molto difficile comprenderne la genesi.

Lupo, cane, uomo: quando tutto è iniziato ora è più semplice da sapere.

Sappiamo che ad un certo punto, più o meno 30.000 anni fa, il lupo si unì all’uomo con il quale condivideva la stessa passione per la carne di mammut e di bisonte. L’alleanza non deve essere stata cosa semplice ma comunque nevitabile: l’uomo costruiva armi da millenni, ma per buttare giù bestioni da 6/7 tonnellate, alte 4/5 metri bisognava prima isolarli dal branco. E il lupo, questo lo sapeva fare bene. In cambio, invece di calci e colpi di zanna, riceveva un gran bel pezzo di carne fresca, più nutriente di quella di animali di piccola taglia.

La convivenza parte più o meno da lì, visto che il sequenziamento di DNA mitocondriale indica che proprio in quel momento storico c’è stata una commistione tra i due tipi di DNA.

Un articolo di David Grimm, pubblicato su Science, quest’anno a gennaio  di quest’anno (29 JANUARY 2021 – VOL 371, ISSUE 6528) di cui trovate qui un estratto, indica che da quel momento uomo  e lupo cambiarono il loro atteggiamento l’uno verso l’altro. E questo provocò un’accelerazione considerevole nel loro sviluppo quali esseri viventi.

Lupo, cane, uomo: nacque il cane ma il lupo non sparì.

La ricerca suggerisce che a partire da 30.000 anni fa, nuclei consistenti di esseri umani cominciarono a vivere assieme ai lupi e con loro a migrare dalla Siberia verso le Americhe, attraversando lo Stretto di Bering, e in Eurasia. In Siberia ci dovevano essere arrivati rincorrendo delle mandrie che migravano verso nord visto che si stavano rendendo disponibili spazi alimentari nuovi per degli erbivori. In America e in Europa arrivarono stabilmente circa 15.000 anni dopo. Poi, nelle Americhe, quel tipo di cane/lupo, rimasto isolato dalla fine della glaciazione Würm, fu progressivamente sostituito da i nuovi tipi di cane/lupo che provenivano dall’Europa assieme alle migrazioni recenti.

I ‘lupi grigi’, progenitori dei lupi odierni, seguirono un altra strada e rimasero lupi, vivendo da subito allo stato brado.

Le ibridazioni continuarono nel corso dei millenni, grazie anche alla capacità del cane di assumere forme e funzioni a seconda delle necessità dell’uomo.

Gli altri articoli di Ciaoamico.it !

La cultura? Roba da animali…

La cultura? Roba da animali…

Un calabrone che insegna alle api come procurarsi del cibo con dei trucchi; uccelli di una stessa specie che hanno dialetti differenti tra una vallata ed un’altra; scimmie cappuccine che per una settantina d’anni acquisiscono un certo modo di comunicare con i gesti,...

leggi tutto
Sepoltura o cremazione? Cosa fare se…

Sepoltura o cremazione? Cosa fare se…

Non vorremmo mai, ma succede. Chi decide di passare un po’ della propria esistenza con un amico animale, sa anche che, molto probabilmente, gli sopravviverà. Se il nostro amico giunge a quel giorno in condizioni di salute già precarie, probabilmente sarà già stato in...

leggi tutto
Shares
Share This

Condividi!

Fai conoscere questo post ai tuoi amici!

Open chat
Info veloci? Scrivici qui.